Export macchine agroalimentari: il caso dei macchinari industriali per la panificazione

Quali sono i fattori che guidano la crescente popolarità dei macchinari industriali alimentari a livello globale e quale ruolo l’Italia gioca in questa affascinante partita?

Il settore dei macchinari per l’industria alimentare è in costante crescita, sia a livello globale che in Italia. Nel 2022 il mercato di settore è stato stimato a 100 miliardi di dollari, proiettato a crescere ad un tasso annuale composto del 5% dal 2023 al 2027.

L’Italia si posiziona tra i principali esportatori di macchine alimentari a livello globale, vantando una quota di mercato del 12% nel 2022. In particolare eccelle nell’esportazione di macchine per la lavorazione del latte, macchinari per la panificazione e macchine per la produzione di pasta.

In questo blogpost, vi offriremo una dettagliata panoramica del settore, concentrandoci sull’importante ruolo svolto dall’Italia come esportatore di macchinari agroalimentari di alta qualità.

Esploreremo i principali mercati esteri da considerare per le aziende italiane che mirano a espandere le loro attività all’estero, analizzando i fattori chiave da prendere in considerazione nella scelta dei mercati target. Inoltre, ci focalizzeremo sul caso specifico dei macchinari per la produzione di pane e prodotti da forno, evidenziando le opportunità e le sfide in questo settore.

SOMMARIO:

1. Una panoramica del mercato globale delle macchine agroalimentari
2. I principali paesi importatori di macchinari agroalimentari italiani
3. Le esportazioni italiane di macchinari per la panificazione
4. Conclusioni

domanda mondiale di macchine alimentari

Overview degli Scambi Internazionali nel Settore delle Macchine Agroalimentari

Il settore dei macchinari agoralimentari si distingue per la sua costante espansione. Nel 2021 il mercato ha raggiunto un valore di 28 miliardi di euro e si prevede che crescerà a un tasso composto annuale del 5% fino al 2027. Tale slancio è alimentato da diversi fattori, tra cui il crescere della popolazione globale, l’incremento del reddito pro capite e le mutate abitudini alimentari.

Tra i virtuosi protagonisti dell’export di macchinari alimentari, spiccano la Germania, la Cina, gli Stati Uniti e, naturalmente, l’Italia. Parallelamente, gli Stati Uniti, la Cina, l’India e il Giappone si contraddistinguono come i principali importatori di questa tecnologia gastronomica di alto livello.

Ampia è la gamma dei macchinari alimentari, abbracciando l’intero ciclo di trasformazione e produzione:

  • Macchine per la lavorazione di alimenti
  • Macchine per l’imballaggio di alimenti
  • Macchine per la refrigerazione e il congelamento di alimenti
  • Macchine per la cottura di alimenti
  • Macchine per la pulizia di alimenti

Inoltre, le tendenze in ascesa nel mercato delle macchine alimentari includono:

  • L’aumento esponenziale della richiesta di alimenti trasformati, testimoniando il crescente interesse per la praticità.
  • L’integrazione crescente di tecnologie all’avanguardia, che ridefiniscono i processi di produzione.
  • Una profonda attenzione verso la sostenibilità, un imperativo per il futuro del nostro pianeta.

In questo dinamico scenario, l’Italia si erge come un faro di eccellenza, trasformando il suo savoir-faire culinario in soluzioni industriali all’avanguardia.

I mercati chiave per l’export di macchinari per l’industria agroalimentare Made in Italy

L’Italia, punto di riferimento globale nell’ambito dei macchinari agroalimentari, emerge come uno dei principali protagonisti nell’export di queste tecnologie di valore. Solo nel 2021, il valore delle esportazioni italiane di macchinari alimentari ha toccato la significativa cifra di 3,2 miliardi di euro, segnando una notevole crescita del 12% rispetto all’anno precedente.

Tra i mercati di destinazione prioritari per l’export di macchinari agroalimentari “made in Italy” emergono alcune nazioni che si distinguono per la loro rilevanza economica e il loro potenziale di crescita.

Stati Uniti

Gli Stati Uniti rappresentano uno dei mercati più promettenti per le esportazioni italiane di macchinari alimentari. Nel 2021, il valore delle esportazioni italiane verso gli Stati Uniti ha superato 1,1 miliardi di euro. La forza trainante di questo mercato è data dal suo elevato tasso di crescita demografica e sviluppo economico. Sebbene sia un mercato altamente competitivo, offre considerevoli opportunità di crescita per le aziende italiane che puntano sull’innovazione e la qualità.

Germania

Il mercato tedesco è un altro importante obiettivo per le esportazioni di macchinari alimentari italiani. Le esportazioni verso la Germania hanno raggiunto i 600 milioni di euro nel 2021. L’industria alimentare tedesca è altamente sviluppata e richiede macchinari di alta qualità, offrendo così un’eccellente opportunità per le aziende italiane di espandersi. Meno competitivo rispetto agli Stati Uniti ma altrettanto favorevole alla crescita.

Spagna

La Spagna si posiziona come terzo mercato di riferimento per le esportazioni italiane di macchinari alimentari. Nel 2021, il valore delle esportazioni ha raggiunto i 300 milioni di euro, ma l’industria alimentare spagnola sta crescendo rapidamente e c’è una crescente domanda di macchinari di alta qualità. Questo paese offre una combinazione di opportunità di crescita e un ambiente meno competitivo rispetto ad altre nazioni chiave.

Polonia

La Polonia rappresenta un altro mercato cruciale per l’export di macchinari agroalimentari italiani. Nel 2021, il valore delle esportazioni italiane verso la Polonia ha raggiunto i 200 milioni di euro. Grazie all’industria alimentare in crescita e agli incentivi del governo all’acquisto e ammodernamento dei macchinari produttivi, la Polonia offre un ambiente favorevole per le aziende italiane che cercano nuovi sbocchi di mercato.

L’export italiano delle macchine per la produzione di pane e prodotti da forno

L’Italia si posiziona come il primo produttore e esportatore mondiale di macchine per la produzione di pane e prodotti da forno, un settore che ha visto una crescita significativa nel 2021 con un valore di esportazione di oltre 1,5 miliardi di euro, segnando un aumento del 15% rispetto all’anno precedente. I principali mercati di destinazione per queste macchine sono la Germania, la Francia, la Spagna e gli Stati Uniti.

Le aziende italiane hanno guadagnato una posizione di leadership grazie alla loro capacità di offrire prodotti innovativi e di alta qualità, dotati di tecnologie avanzate. Si distinguono poi per l’eccellente servizio di assistenza e manutenzione che offrono ai propri clienti.

Il settore delle macchine per la produzione di pane e prodotti da forno sta vivendo una fase di crescita intensa, trainata da diversi fattori, tra cui l’aumento della popolazione mondiale, l’urbanizzazione e l’aumento del reddito disponibile. È previsto che il mercato globale delle macchine alimentari raggiunga un valore di oltre 5 miliardi di euro entro il 2025, offrendo nuove opportunità per le aziende italiane.

In conclusione

In conclusione, è evidente che il settore delle macchine agroalimentari sta attraversando un periodo di notevole crescita e che l’Italia – con una quota di mercato del 12% a livello globale – svolge un ruolo chiave come esportatore di macchinari alimentari di alta qualità.

Se sei un’azienda che mira a espandere le proprie attività all’estero nel settore delle macchine alimentari, è fondamentale considerare i mercati chiave come gli Stati Uniti, la Germania, la Spagna e la Polonia. Queste nazioni offrono opportunità significative di crescita e una domanda crescente di macchinari di alta qualità.

Per ottenere una preanalisi personalizzata del mercato di tuo interesse e per scoprire come Mallei può supportarti nell’internazionalizzazione e nello sviluppo commerciale delle tue attività nel settore delle macchine alimentari, ti invitiamo a contattarci. Il nostro team di esperti è pronto ad offrirti una consulenza dettagliata e strategica per aiutarti a cogliere al meglio le opportunità in questo mercato in espansione.
Giulia Infussi
Giulia Infussi
Articoli: 54

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *