Come esportare cosmetici in giappone: La guida completa per conquistare il Sol Levante

Sogni di far brillare il tuo brand cosmetico nel Sol Levante? Il mercato giapponese, con la sua cultura millenaria e l’innata passione per la bellezza, rappresenta un tesoro inesplorato per le aziende italiane del settore. In questo articolo, ti offriamo la chiave per conquistare i cuori (e i carrelli) dei consumatori giapponesi, svelandoti tutto ciò che devi sapere per esportare i tuoi cosmetici in Giappone.

Nonostante la crescita economica moderata degli ultimi anni, il Giappone rimane un mercato di primaria importanza per le aziende italiane del settore beauty.

La domanda di prodotti di bellezza è in continua crescita, in particolare per i prodotti di fascia alta, e il Made in Italy gode di grande prestigio in Giappone, associato a valori come l’artigianalità, l’eccellenza e la cura del dettaglio.

Tuttavia, penetrare nel mercato giapponese non è semplice. Le aziende devono affrontare diverse sfide, tra cui normative complesse, barriere linguistiche e concorrenza di brand locali o internazionali. Il segreto per superare questi ostacoli? Un’ottima strategia, naturalmente.

In questo articolo scoprirai:

Analisi del mercato cosmetico giapponese

Prima di lanciarsi alla scoperta di un mercato sconosciuto, è sempre bene condurre una ricerca di mercato e informarsi sulle effettive possibilità di successo dei nostri prodotti. 

Come prepararsi, dunque, all’apertura del mercato Giapponese? Scoprendo innanzitutto come si posizionano i tuoi prodotti rispetto a quelli della concorrenza e come verrebbero percepiti dai consumatori giapponesi. 

Il settore beauty giapponese in cifre

Lo sapevi che il Giappone rappresenta il secondo mercato cosmetico al mondo per valore, con un fatturato stimato di oltre 15 miliardi di dollari nel 2023? Un vero e proprio Eldorado per le aziende italiane del settore beauty, attratte da un bacino di utenza vastissimo e da una cultura della bellezza unica e affascinante.

La skincare regna sovrana, con una quota di mercato del 70%, seguita da make-up (20%) e haircare (10%).

Cosa rende il mercato giapponese così speciale?

  • Una popolazione in costante invecchiamento: i giapponesi sono tra i più longevi al mondo e, di conseguenza, sempre più attenti alla cura di sé e alla ricerca di prodotti anti-età di alta gamma.
  • Un’ossessione per la bellezza: la perfezione della pelle è un vero e proprio ideale in Giappone, dove le donne investono tempo e denaro in elaborate routine di skincare e make-up.
  • Un’insaziabile voglia di novità: i consumatori giapponesi sono curiosi e aperti a sperimentare nuovi prodotti e brand, soprattutto se provenienti dall’estero.

Trend del mercato cosmetico giapponese

Per capire cosa apprezzano maggiormente gli acquirenti giapponesi, è fondamentale rimanere al passo con le ultime tendenze e studiare le abitudini legate alle routine di bellezza. Stiamo parlando di una destinazione e di una cultura molto diverse dalla nostra: le formulazioni dei prodotti dovranno andare incontro al clima umido del Giappone e andranno rispettati standard di bellezza molto specifici che coinvolgono in primis l’aspetto della pelle. 

  • La pelle diafana e luminosa è da sempre un ideale di bellezza in Giappone. Parliamo in realtà di una tendenza molto specifica che è quella della traslucenza. La skincare giapponese prevede diversi passaggi: creme, sieri, protezioni solari, oli struccanti e tonici che devono conferire un effetto traslucido e quasi bagnato alla pelle. 
  • Formulazioni leggere e naturali: I consumatori giapponesi sono molto attenti agli ingredienti dei prodotti cosmetici e prediligono quelli con formulazioni leggere e naturali. Le profumazioni delicate e le texture non grasse sono particolarmente apprezzate.
  • Make-up minimal: Il trucco giapponese è generalmente sobrio e naturale, con un’enfasi sulla perfezione della pelle. L’obiettivo è ottenere un look uniforme e luminoso, senza eccessi. Tuttavia, tra le più giovani emerge una tendenza verso un make-up più colorato e audace, ispirato alle tendenze occidentali e ai look K-Pop.
  • Packaging accattivante: Anche il packaging dei prodotti destinati a un pubblico più giovane sembra rispecchiare questa tendenza: confezioni sempre più colorate rispetto a quelle minimali e in tonalità pastello apprezzate maggiormente da target più maturi.
  • Il mercato del beauty giapponese è trainato da influencer e live streamers: sono figure chiave nel panorama beauty giapponese che possono influenzare in modo significativo le scelte di acquisto dei consumatori. Le loro recensioni, consigli e tutorial sono seguiti da migliaia di persone, soprattutto sui social media come Instagram, YouTube e TikTok.

Normative per esportare cosmetici italiani in Giappone

Dopo un’attenta ricerca di mercato e dopo aver selezionato e adattato scrupolosamente i prodotti da esportare, dovrai preoccuparti delle procedure da seguire per entrare in Giappone. 

Innanzitutto, è necessario ottenere una licenza di importazione da parte del Ministry of Health, Labour and Welfare (MHLW). Devi poi tenere in considerazione che l’esportazione di prodotti cosmetici in Giappone è regolata da una serie di normative rigorose volte a tutelare la salute e la sicurezza dei consumatori.

Assicurati che i tuoi prodotti rispettino le severe normative giapponesi a tutela dei consumatori:

  • Pharmaceutical and Medical Devices Law (PMD Law): La legge principale che regolamenta i prodotti cosmetici in Giappone. Stabilisce i requisiti di sicurezza, etichettatura e registrazione per tutti i prodotti cosmetici immessi sul mercato giapponese.
  • Cosmetics Law: Una legge specifica che integra la PMD Law e fornisce ulteriori dettagli sui requisiti di sicurezza e di etichettatura per i prodotti cosmetici.
  • Ministry of Health, Labour and Welfare (MHLW) Guidelines: Linee guida emanate dal MHLW che forniscono istruzioni specifiche su come applicare le normative sui cosmetici.

I requisiti di sicurezza per i prodotti cosmetici in Giappone sono molto severi. Per questo, oltre alle normative è importante tenere a mente:

  • I Japanese Industrial Standards (JIS): Standard volontari che definiscono le caratteristiche qualitative dei prodotti cosmetici.
  • Il Cosmetic Ingredients Dictionary: Un dizionario ufficiale che elenca gli ingredienti cosmetici approvati per l’uso in Giappone.

Collabora con un consulente esperto in normative giapponesi per facilitare l’accesso al mercato.

Come conquistare il cuore dei consumatori giapponesi: adattare i tuoi prodotti cosmetici al mercato nipponico

Se stai progettando l’espansione in Giappone per il tuo brand, considera che per affermarsi in un mercato così diverso dal nostro dovrai armarti di pazienza, perseveranza e di strategie di marketing mirate. 

Infatti, per sfondare nel mercato cosmetico giapponese, non basta avere prodotti di alta qualità. È fondamentale adattarli alle esigenze e ai gusti specifici dei consumatori

Naming: la prima impressione che conta

A giocare un ruolo fondamentale è una scelta accurata del naming, sempre che tu non voglia ritrovarti a gestire flop simili a quelli che vi abbiamo raccontato in questo articolo sul Marketing Internazionale e Product Perception

Non si tratta di una semplice traduzione del nome italiano, ma di un vero e proprio processo di adattamento alle usanze e ai gusti giapponesi. Il focus: scegliere un nome adeguato che non risulti offensivo o ambiguo alle orecchie degli acquirenti giapponesi. 

Il nome del tuo brand cosmetico per il mercato giapponese dovrebbe essere::

  • Facile da pronunciare e ricordare: i consumatori giapponesi non dovrebbero avere difficoltà a pronunciare il nome del tuo brand, che dovrebbe essere composto da parole semplici e suoni familiari.
  • Carico di un significato positivo: il nome dovrebbe evocare sensazioni positive e coerenti con i valori del tuo brand e del tuo prodotto. Scegli un nome che susciti emozioni positive e che sia facilmente associabile al tuo brand.
  • Registrabile come marchio: è fondamentale verificare la disponibilità del nome e del marchio in Giappone per evitare di incorrere in problemi legali e per proteggere la tua proprietà intellettuale.

Ricorda: il nome del tuo brand è la prima impressione che darai al pubblico giapponese. Scegli con cura!

Packaging: il biglietto da visita del tuo brand nel mercato giapponese

Il packaging gioca un ruolo fondamentale nel successo di un prodotto cosmetico in Giappone. Non solo deve essere accattivante e coerente con il posizionamento del brand, ma deve anche soddisfare le specifiche esigenze e i gusti del pubblico giapponese.

Ecco alcuni consigli per creare un packaging vincente per il mercato nipponico:

  • Cura estetica e coerenza: Il packaging deve essere accattivante e curato nei minimi dettagli. L’estetica deve essere coerente con il posizionamento del brand e l’immagine che si vuole trasmettere. Materiali di alta qualità e finiture impeccabili sono essenziali per comunicare l’eleganza e la ricercatezza del prodotto.
  • Colori e immagini: Colori come il bianco, il rosso e il nero sono molto apprezzati, così come immagini che richiamano la natura e la tradizione giapponese.
  • Informazioni chiare e complete: Tutte le informazioni obbligatorie devono essere riportate in lingua giapponese, in modo chiaro e leggibile. Ingredienti, istruzioni per l’uso, precauzioni e qualsiasi altra informazione utile devono essere facilmente accessibili. La traduzione deve essere accurata e di alta qualità per evitare fraintendimenti.

Oltre a questi aspetti, è importante considerare anche:

  • Le dimensioni del packaging: in Giappone è molto diffusa la cultura del “mini size”, per cui confezioni compatte e pratiche sono molto apprezzate.
  • L’utilizzo di materiali ecosostenibili: la sensibilità verso l’ambiente è in aumento anche in Giappone, per cui l’utilizzo di packaging riciclabile o biodegradabile può essere un valore aggiunto.
  • L’esperienza di unboxing: il momento in cui il consumatore apre il prodotto è un’occasione per creare un’esperienza memorabile e rafforzare il legame con il brand.

Un packaging ben studiato e realizzato è un investimento che si ripaga in termini di attrattiva, visibilità e successo nel mercato giapponese.

Formulazioni: il giusto equilibrio tra naturalità, efficacia

I consumatori giapponesi sono noti per la loro attenzione alla cura della pelle e per la loro predilezione per prodotti cosmetici di alta qualità. Per conquistare il loro cuore, è fondamentale quindi prestare attenzione alle formulazioni dei tuoi prodotti, adattandole alle loro specifiche esigenze e preferenze.

1. Naturalità al centro:

In Giappone, la ricerca di ingredienti naturali e di origine vegetale è una priorità. I consumatori apprezzano prodotti che utilizzano ingredienti come tè verde, riso, alghe e centella asiatica, noti per le loro proprietà benefiche per la pelle.

2. Profumazioni delicate:

Le fragranze troppo intense non sono gradite al gusto giapponese. Prediligi profumazioni delicate e floreali, o prodotti completamente privi di profumo, per una maggiore sensorialità e rispetto per le pelli sensibili.

3. Texture leggere e fresche:

Il clima umido del Giappone richiede texture leggere e fresche che si assorbono rapidamente senza appesantire la pelle. Opta per gel, emulsioni e sieri a base d’acqua, formulati per idratare e nutrire la pelle in profondità.

4. Conformità alle normative:

Assicurati che le formulazioni dei tuoi prodotti siano conformi alle rigorose normative giapponesi sui cosmetici. È importante utilizzare ingredienti approvati e seguire le precise linee guida per la sicurezza e l’etichettatura.

5. Innovazione e ricerca:

I giapponesi sono sempre alla ricerca di novità e tecnologie innovative nel campo della cosmesi. Integrare nella tua offerta prodotti con ingredienti funzionali, attivi di ultima generazione e tecnologie avanzate può aumentare il tuo appeal sul mercato nipponico.

Come creare una brand identity vincente per il tuo beauty brand italiano in Giappone

Il Giappone rappresenta un mercato dal grande potenziale per i cosmetici italiani. Il fascino del Made in Italy, associato a valori come l’artigianalità, l’eccellenza e la cura del dettaglio, incontra un pubblico attento alla bellezza e alla qualità. Tuttavia, per emergere in un contesto competitivo come quello giapponese, è fondamentale costruire una brand identity vincente.

Il posizionamento del brand è il primo passo fondamentale. È importante definire cosa rende il tuo brand unico e differenziante rispetto ai competitor. Quali valori vuoi trasmettere? A quale target di riferimento vuoi rivolgerti?

La comunicazione efficace è il secondo pilastro del successo. Il tuo brand deve parlare la lingua del tuo target, adattandosi alle sue abitudini e ai suoi canali di comunicazione preferiti. In Giappone, i social media come LINE e Instagram sono molto utilizzati, cosi come i siti web e blog di bellezza.

Dovrai scegliere poi il canale migliore con cui comunicare e creare eventuali campagne strategiche di advertising in giapponese. 

I social più utilizzati per il settore del beauty sono senz’altro Instagram e TikTok, ma anche le piattaforme di e-commerce locali sono spesso un mezzo di condivisione e diffusione di informazioni sui prodotti: i LiveStreamers e KOL giapponesi pubblicano video in cui sponsorizzano prodotti direttamente acquistabili (se ti stai chiedendo chi siano LiveStreamers e KOL, te lo diciamo noi qui  La guida definitiva al KOL Marketing). 

Per la creazione di campagne mirate a target specifici potresti pensare invece a Google Ads e Yahoo! Japan Ads.

Sebbene sia impossibile pensare di conquistare il mercato giapponese senza una presenza digitale impeccabile, dovresti considerare la possibilità di presenziare ad eventi e occasioni di incontro come le fiere di settore: ricorda che dal 13 al 15 maggio 2024 a Tokyo si terrà BeautyWorld Japan. 

Le fiere sono un’ottima opportunità per entrare in contatto con i potenziali partner o clienti e per trovare distributori in loco. Importante però non farsi cogliere alla sprovvista e arrivare alla fiera armati di contatti utili e appuntamenti già fissati.

Contattaci se vuoi prepararti in anticipo e ottenere un database profilato con i contatti giusti per te!

Silvia Demartis
Silvia Demartis
Articoli: 8

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *