bandi digital e export di luglio 2024

Sei alla ricerca di opportunità per la digitalizzazione e l’internazionalizzazione della tua impresa? Anche questo mese, sei nel posto giusto. 

Abbiamo selezionato per te e per la tua azienda i migliori bandi, finanziamenti e contributi a fondo perduto aperti a luglio 2024 o di prossima apertura. Non ti preoccupare se non trovi il bando che fa per te, segui i nostri aggiornamenti mensili o contattaci direttamente per sapere se ci sono bandi di prossima apertura che potrebbero fare al caso tuo.

LinkedIn per l'internazionalizzazione

Ma bando alle ciance, ecco i bandi che abbiamo selezionato questo mese:

CCIAA di Genova. Finanziamento a fondo perduto in supporto alla transizione digitale ed ecologica delle imprese. Anno 2024-2025.

  • Area Geografica: Circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Genova
  • Presentazione della domanda: a partire dal 13/09/2024 fino al 27/09/2024
  • Tipo di agevolazione: contributo a fondo perduto
  • Beneficiario: Micro imprese e PMI
  • Spese finanziate: consulenze, certificazioni, digitalizzazione, formazione, hardware/software, servizi e risparmio energetico.
  • Dotazione finanziaria disponibile: 300.000 euro

Se la tua Micro o Piccola o Media impresa (appartenente a uno dei tanti settori per cui è pensato questo contributo) ha sede legale e/o unità locali nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Genova, ed è attiva e in regola con l’iscrizione al Registro delle Imprese, questo è il bando che stavi aspettando. 

Anche se hai già ottenuto il contributo relativo al Bando Voucher Digitali I4.0 nel 2022 o 2023, non ti preoccupare, puoi comunque richiedere il contributo, ma per interventi relativi alla Transizione ecologica ed energetica/ESG.

Potrai richiedere il contributo a partire dal 13/09/2024 e avrai tempo fino al 27/09/2024, ma ti consigliamo di “attivarti” il prima possibile: se vuoi una mano con la compilazione della domanda, te la tendiamo volentieri (ebbene sì, facciamo anche questo).

Gli obiettivi di questo bando sono quelli di sviluppare la capacità di collaborazione, implementare nuovi modelli organizzativi, promuovere l’utilizzo di servizi o soluzioni focalizzati sulle nuove competenze o tecnologie, sostenere il processo di innovazione tecnologica e rivoluzione ambientale 

Ma veniamo alle cose importanti: a quanto ammonta l’agevolazione e in che modo viene erogata? La dotazione finanziaria disponibile ammonta a € 300.000,00.

La spesa minima del progetto presentata dall’impresa deve ammontare almeno ad euro €1.000,00. Inoltre, i contributi avranno un importo pari al 70% delle spese ammissibili e rendicontate e un importo massimo di euro € 4.000,00.

Alle imprese in possesso del rating di legalità, in corso di validità al momento della domanda e fino alla erogazione del contributo, viene riconosciuta una premialità di € 250,00. Per essere ammesse a contributo tutte le spese devono tassativamente essere fatturate e liquidate a partire dal 1° giugno 2024 fino al 120° giorno successivo alla data di concessione del contributo.

Quali spese puoi coprire grazie all’agevolazione? Tra gli interventi ammissibili sono comprese le spese relative a:

  • Servizi di consulenza e/o formazione
  • Acquisto di beni e servizi strumentali

Tra le spese ammissibili relative alla Transizione Digitale 4.0 troviamo per esempio:

Intelligenza artificiale, robotica avanzata e collaborativa, soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad es. ERP, MES, PLM, SCM, CRM, incluse le tecnologie di tracciamento) e sistemi di e-commerce, sistemi di pagamento mobile e/o via internet, programmi di digital marketing per e-commerce.

Tra quelle relative alla transizione ecologica invece, troviamo per esempio soluzioni tecnologiche per la transizione ecologica, Audit Energetici: finalizzati a valutare la situazione iniziale dell’impresa e sistemi per la misurazione e il monitoraggio continuo.

PR FESR 2021/2027. Azione I.1ii.2 e Azione I.1iii.1. Finanziamento agevolato e contributo a fondo perduto per la digitalizzazione ed efficientamento produttivo delle imprese.

  • Area Geografica: Piemonte
  • Presentazione della domanda: a partire dal 07/07/2024 fino al 31/07/2024
  • Tipo di agevolazione: finanziamento a tasso agevolato e una quota di contributo a fondo perduto
  • Beneficiario: Grandi Imprese e PMI
  • Spese finanziate: Attrezzature e macchinari,  Digitalizzazione, Hardware/Software, Innovazione, Ricerca e Sviluppo, Marchi/Brevetti/Disegni, Opere edili e impianti, Servizi e Certificazioni
  • Dotazione finanziaria disponibile: 80.000.000 euro

Hai una grande impresa, una Media o una piccola impresa in Piemonte?

Allora, preparati perché abbiamo scovato un’opportunità di finanza agevolata che può fare al caso tuo. Un bando che prevede l’attivazione di due azioni differenti:

  • la promozione della transizione digitale del sistema imprenditoriale;
  • Supporto alla competitività e alla transizione sostenibile del sistema produttivo regionale.

Prima di vedere i requisiti, ecco qualche informazione sul finanziamento. La dotazione finanziaria complessiva assegnata alla presente misura ammonta a 80.000.000 euro. L’agevolazione può coprire fino al 100% dei costi ammissibili ed è costituita da:

  • una percentuale variabile a tasso zero (per il 70% a tasso zero a valere su fondi del PR FESR 2021/2027 e per il 30% su fondi bancari)
  • una quota di contributo a fondo perduto.

Inoltre, l’importo massimo dei costi ammissibili è fissato in € 3.000.000 per le micro e piccole imprese: importo minimo pari a € 50.000; per le medie imprese l’importo minimo è pari a € 100.000 e infine, per le imprese a media capitalizzazione l’importo minimo pari a € 250.000. 

E chi può aderire al bando e sperare di approfittare del finanziamento? Se stai valutando di richiedere le agevolazioni, assicurati che la tua azienda:

  • non sia in difficoltà e abbia tutto a norma;
  • sia iscritta al registro delle imprese e in possesso di almeno un bilancio chiuso e approvato.

Una volta appurato di avere tutte le carte in regola, affrettati! Domenica 07/07/2024 apre la procedura di presentazione delle domande e avrai tempo per mandare la domanda fino alle ore 12 del giorno 31/07/2024.

Per quanto riguarda le spese ammissibili invece, troviamo i progetti di digitalizzazione finalizzati ad incrementare la competitività e la resilienza delle imprese, come per esempio, investimenti ad esempio in infrastrutture digitali e cybersecurity; sistemi integrati; commercio elettronico, e-business e processi aziendali in rete; tecnologie emergenti.

Bando Export 2024: nuovi mercati per le MPMI lombarde” di Union Camere Lombardia

  • Area Geografica: Lombardia
  • Presentazione della domanda: a partire dal 04/07/2024 fino al 16/09/2024
  • Tipo di agevolazione: contributo a fondo perduto
  • Beneficiario: Micro Impresa e PMI
  • Spese finanziate: Servizi, Export, Internazionalizzazione, Consulenze
  • Dotazione finanziaria disponibile: € 1.570.000

Ecco un bando fresco di giornata: da oggi, se hai una Micro, Piccola o Media Impresa con sede operativa iscritta e attiva al Registro Imprese di una delle Camere di commercio della Lombardia è possibile presentare la domanda per ottenere un contributo a fondo perduto per l’Export.

Hai tempo fino al 16/09, ma il nostro consiglio è sempre quello di fare domanda il prima possibile. La misura in questione ha lo scopo di far crescere la competitività delle MPMI lombarde sui mercati esteri attraverso un accompagnamento qualificato in grado di supportare le imprese nell’approccio a nuovi mercati. L’obiettivo del finanziamento, nello specifico, è quello supportare le imprese la cui quota di export è inferiore al 20% del volume d’affari

Lo stanziamento messo a disposizione delle imprese ammonta a 1.570.000 e viene ripartito in quote diverse a seconda della provincia. Di questi 1.570.000: 

  • € 1.000.000,00 sono a carico della Direzione Generale Sviluppo Economico di Regione Lombardia; 
  • Mentre € 570.000,00 sono a carico delle Camere di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura della Lombardia (di seguito “Camere di Commercio”).

L’agevolazione consiste in un contributo a fondo perduto a parziale copertura delle spese sostenute (al netto di IVA) come riportato di seguito:

  • Investimento minimo: € 10.000
  • Investimento massimo agevolabile: € 30.000
  • Importo contributo massimo: € 15.000

L’intensità dell’agevolazione è pari al 50% dei costi ammissibili

Ti stai chiedendo quali siano i progetti finanziabili? Tutti quelli che attraverso l’affiancamento di figure professionali elaborano una strategia di sviluppo aziendale volta a far crescere le imprese sui mercati esteri, internazionalizzando il proprio prodotto e sfruttando le opportunità (reali o digitali) che il mercato globale offre attraverso le seguenti attività:

  • analisi e ricerche sui mercati esteri
  • individuazione delle potenziali aree e dei mercati di interesse
  • individuazione di nuovi clienti
  • definizione e attuazione di un piano di sviluppo per l’export
  • assistenza alla contrattualistica internazionale
  • marketing online (piattaforme e-commerce, ecc…)
  • cura della presenza online dell’azienda su più canali
  • predisposizione della strategia di espansione
  • strutturazione o rafforzamento di un team aziendale dedicato all’internazionalizzazione e all’espansione dell’azienda sui mercati esteri

CCIAA di Bologna. Bando Voucher Digitali – Anno 2024. Finanziamento a fondo perduto per iniziative di digitalizzazione anche finalizzate ad approcci green oriented volti a sostenere la transizione ecologica.

  • Area Geografica: Circoscrizione territoriale di Bologna
  • Presentazione della domanda: a partire dal 11/09/2024 fino al 18/09/2024
  • Tipo di agevolazione: contributo a fondo perduto
  • Beneficiario: Micro Impresa e PMI
  • Spese finanziate: Consulenze, Digitalizzazione, Formazione, Hardware/Software, Servizi.
  • Dotazione finanziaria disponibile: Il finanziamento finanzierà fino al 50% delle spese ammissibili per azienda, per un massimo di 10.000 euro per impresa.

Eccoci con un’altra opportunità nel Nord Italia, questa volta ci troviamo nella circoscrizione territoriale di Bologna e ci rivolgiamo a te, imprenditore a capo di una micro, piccola o media impresa. 

Anche in questo caso, il settore di appartenenza non costituisce un impedimento all’accesso al contributo a fondo perduto. Tuttavia devi tenere in considerazione che l’intervento è destinato ad imprese che intendono puntare sull’innovazione, ma la priorità verrà assegnata alle domande ammissibili delle imprese femminili, delle imprese giovanili e delle imprese in possesso del rating di legalità. 

Vediamo nel dettaglio di che tipo di finanziamento si tratta e a quanto ammonta. Come ti abbiamo anticipato, le agevolazioni di cui ti stiamo parlando saranno accordate sotto forma di contributi a fondo perduto che finanzieranno fino al 50% delle spese ammissibili per azienda, per un massimo di 10.000 euro a impresa.

Di che spese si tratta? Anche in questo caso le spese ammissibili contemplano servizi, consulenze, corsi di formazione, acquisto di hardware o software che abbiano lo scopo di contribuire alla digitalizzazione della tua impresa.

Pensi di avere una chance di accedere al finanziamento? Ricordati di preparare la domanda entro l’11/09/2024, ma soprattutto ricordati di contattarci prima del 18/09/2024, data di scadenza del bando, per una mano con la compilazione della domanda.

CCIAA di Pistoia e Prato. Finanziamento a fondo perduto in sostegno alla digitalizzazione Impresa 4.0 e alla transizione energetica delle imprese. Anno 2024.

  • Area Geografica: Circoscrizione territoriale della Camera di Commercio di Pistoia-Prato
  • Presentazione della domanda: a partire dal 01/10/2024 fino al 29/10/2024
  • Tipo di agevolazione: contributo a fondo perduto
  • Beneficiario: Micro Impresa e PMI
  • Spese finanziate: Consulenze, Digitalizzazione, Formazione, Hardware/Software, Risparmio Energetico.
  • Dotazione finanziaria disponibile: Il contributo coprirà fino al 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse e sostenute e l’importo massimo ottenibile è pari a euro 5.000,00

Spostiamoci verso il centro: la tua azienda ha sede nella provincia di Pistoia o di Prato? Allora dai un’occhiata a questo finanziamento a fondo perduto destinato a microimprese e PMI che si trovano nella circoscrizione territoriale della Camera di Commercio Pistoia-Prato.

Non preoccuparti del codice ATECO: il finanziamento è pensato per imprese che appartengono a diversi settori: dall’agricoltura all’artigianato, dal commercio al settore dei servizi. 

Si tratta di un bando di prossima apertura; la domanda andrà presentata a partire dalle ore 18 del 01/10/2024 alle 23.59 del 29/10/2024, ma i progetti per cui si richiede il contributo devono essere già conclusi al momento di presentazione della domanda, a partire dal 01/01/2024.

Per quanto riguarda il tipo di finanziamento invece, le agevolazioni saranno erogate sotto forma di contributo a fondo perduto e concesse in regime “de minimis”. Il contributo coprirà fino al 50% dell’importo complessivo delle spese ammesse e sostenute. L’importo massimo ottenibile è pari a 5000 euro, oltre la premialità per le imprese in possesso del rating di legalità.

Inoltre il valore minimo dell’investimento ammesso è di 3000 euro.

Ma vediamo quali spese sono ammesse dal bando a livello di interventi per l’innovazione digitale (Linea A). Gli interventi in merito dovranno riguardare l’acquisizione di servizi di consulenza, formazione e/o acquisto di beni strumentali materiali e immateriali: troviamo ad esempio sistemi di intelligenza artificiale, robotica avanzata e collaborativa, integrazione verticale e orizzontale, soluzioni tecnologiche per la gestione e il coordinamento dei processi aziendali con elevate caratteristiche di integrazione delle attività (ad esempio CRM o le tecnologie di tracciamento), programmi di digital marketing ecc. 

Soddisfi i requisiti per uno dei bandi di cui ti abbiamo parlato? Dovresti cogliere al volo questa opportunità; contattaci se vuoi una mano con la presentazione della domanda e non dimenticare che i nostri servizi sono finanziabili!
Silvia Demartis
Silvia Demartis
Articoli: 12

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *